Instagram

La tua destinazione per

Percorso delle 17 Chiese
I Sentieri Del Gusto
Mare
Arte e Cultura
Archeologia
Indietro

Sant'Angelo - Introduzione

Chiesa di S. Angelo de Siclis già di S. Angelo Malftanorum

Sec. XIII

Questa antica chiesa, costruita da una comunità di mercanti amalftani, sorge in quello che era definito anticamente il rione Paradiso, ed è documentato non solo tra i più vetusti ristretti parrocchiali di Catanzaro – menzionato per la prima volta in un documento in greco del 1267 – ma anche tra le più antiche testimonianze architettoniche legate al commercio dei tessuti serici per i quali la città ha avuto una lunga tradizione artigianale. La chiesa mantenne il titolo “Malftanorum” fino alla metà del sec. XVI mentre, dal sec. XVII, divenne luogo di culto di una comunità di mercanti siciliani, comparendo con il nuovo titolo “de Siclis”. Soppressa dopo il sisma del 1783, fu ripristinata al culto soltanto nell’Ottocento. Non presenta particolari accenti linguistico-formali, fatta esclusione per la pianta ad aula unica e la traccia di un ingresso laterale, quali elementi tipici delle chiese altomedievali presenti in città. L’interno custodisce la settecentesca pala d’altare raffigurante San Michele Arcangelo desunta da modelli reniani e probabile opera di Domenico Antonio Colelli.

Chiesa Precedente    Approfondisci   Chiesa Successiva